La capacità di utilizzare linguaggi e metodi matematici, viene ormai vista dalle imprese come una competenza di base che le risorse debbono possedere.

Analizzando il fabbisogno per gruppi professionali si osserva che è necessario con importanza elevata per il 56,7% degli ingressi di dirigenti, per il 50,4% delle professioni intellettuali, scientifiche e con elevata specializzazione, per il 35,2% delle professioni tecniche e per il 30% per gli impiegati.

Al contrario, solo per il 7,7% delle entrate di conduttori di impianti e operai di macchinari fissi e mobili è considerata una capacità di grado elevato, la percentuale scende ulteriormente al 3,4% per le professioni non qualificate.

Esaminando la richiesta delle imprese nel dettaglio delle professioni, emerge che la padronanza dei linguaggi e metodi matematici e informatici è più di frequente associata a ingegneri elettronici e in telecomunicazioni, specialisti in contabilità e problemi finanziari, analisti e progettisti di software. La competenza risulta importante anche per ingegneri civili e professioni assimilate, tecnici programmatori, progettisti e amministratori di sistemi. Si tratta per lo più di professioni che rientrano nel gruppo delle professioni ad elevata specializzazione, e di alcune figure tecniche. Si osservano comunque quote di richiesta con un elevato grado di importanza di questa skill ben al di sopra della media anche tra le professioni impiegatizie (personale addetto compiti di controllo e addetti alla gestione degli acquisti) e gli operai specializzati (ad esempio manutentori e riparatori apparati elettronici industriali e di misura).

Il panorama delle professionalità per cui questo know-how risulta fondamentale è dunque piuttosto eterogeneo, ad ogni modo la capacità di utilizzare linguaggi e metodi matematici per organizzare e valutare le informazioni è considerata più importante per le professioni designate alla gestione e alla progettazione delle soluzioni software e dei sistemi informatici, come si vedrà anche dall’analisi per area aziendale.

E nel nostro territorio?

In provincia di Salerno le imprese hanno previsto un totale di 59.220 entrate nel 2020. Ed al 49,9% dei lavoratori salernitani sono richieste competenze di linguaggi e metodi matematici e informatici, come visto nei post precedenti.

Ma quali sono le professioni alle quali sono più richieste queste capacità nella nostra provincia?

Dall’analisi dei gruppi professionali si evidenzia che il possesso di competenze dei linguaggi e metodi matematici/informatici sono richieste con quote molto alte ai Dirigenti e Professioni intellettuali e scientifiche ed alle Professioni tecniche, per i quali le imprese ritengono che la suddetta competenza debba essere anche di “elevata importanza”, per i Dirigenti e Professioni intellettuali e scientifiche è pari al 50,5% (quota% delle entrate per le quali la competenza è ritenuta elevata sul totale) e al 33,3% (quota% delle entrate per le quali la competenza è ritenuta elevata sul totale) per le Professioni tecniche.

Scarica QUI l’indagine condotta dalla Camera di Commercio di Salerno

Per maggiori approfondimenti https://bit.ly/3maHer7   |  https://bit.ly/3pOg9fJ

#SistemaExcelsior

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *