Una nuova centralità delle strategie locali nel sistema globale del cibo

La pandemia ha evidenziato in modo ancora più forte le contraddizioni del sistema globale dell’agrifood. Per questo sembra necessario creare nuovi equilibri tra i sistemi agroalimentari locali e quello globale, favorendo anche una maggiore diffusione delle tecnologie.

A partire dal libro di Maurizio Martina Cibo Sovrano. Le guerre alimentari globali al tempo del virus il confronto si apre su quattro diverse prospettive:

  • con l’intervento dell’Assessore all’Agricoltura della Regione Campania Nicola Caputo si affrontano i temi dal punto di vista delle politiche regionali che sono cinghia di trasmissione e traduzione operativa sui territori delle politiche europee e nazionali;
  • grazie al Rettore dell’Università Federico II Matteo Lorito si prenderà la prospettiva dell’Università come uno degli attori-chiave per la produzione di conoscenze a supporto dei processi di innovazione (attraverso tutte e tre le sue missioni);
  • l’intervento di Simona Elmo, coordinatrice del progetto Sibater (che supporta i Comuni nel recupero e nella valorizzazione delle terre abbandonate), consente di osservare le prospettive delle realtà territoriali e delle cosiddette aree interne;
  • infine l’intervento di Alex Giordano, Direttore scientifico del progetto di ricerca-azione RuralHack consente di portare l’esperienza di chi studia e sperimenta come attivare processi di innovazione tecnologica per le PMI e a vantaggio degli ecosistemi locali, a partire dall’esperienza realizzata come coordinatore del PIDMed affidato dalle Camere di Commercio di Caserta e Salerno all’Università Federico II.

Le conclusioni del dibattito sono affidate al Ministro per il Sud e la Coesione Territoriale Giuseppe Provenzano.

Introduce e modera Annalisa Gramigna (Fondazione IFEL)

Scarica il programma dell’evento > Programma Tecnologie 4.0, agricoltura e territori

 

In streaming sulla pagina Facebook di RuralHack

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *