Imprese, economia nazionale, sviluppo … tra gli altri in settimana due spunti interessanti:

  • E’ stata lanciata La Carta di Assisi, un documento elaborato dai massimi esperti dello sviluppo sostenibile e promosso dal presidente della Fondazione Symbola Ermete Realacci, dal presidente di Coldiretti Ettore Prandini e di Confindustria Vincenzo Boccia, dal direttore della sala stampa del Sacro Convento di Assisi, padre Enzo Fortunato, dagli amministratore delegati di Enel e di Novamont, Francesco Starace e Catia Bastioli. Si parla in questo documento di un’economia a misura d’uomo contro la crisi climatica. La Carta di Assisi, dice Aldo Bonomi, “si rivolge alla scienza triste dell’economia, alle imprese, ricordandoci che se prima dell’antropocene valeva il motto weberiano “la proprietà obbliga” oggi, contro la crisi ecologica “l’innovazione obbliga”. Viene proposta da Assisi una via italiana alla lotta contro la crisi climatica a partire dalle radici del Made in Italy: saper fare, qualità, distretti, bellezza nelle nostre cento città. E viene evocato il territorio come costruzione sociale necessaria nell’epoca in cui la crisi climatica rimanda alla terra da tutelare e salvaguardare. Bonomi chiude il suo articolo così: Speriamo.
  • Mentre si riflette sulla possibilità di nuovi modelli di sviluppo le imprese italiane, da nord a sud, hanno messo un freno agli investimenti produttivi nonostante l’enorme quantità di liquidità in circolazione a cui si può accedere a costi mai stati così bassi. Troppa incertezza: politica, delle regole, commerciale.

 

Se è vero, come dice Aldo Bonomi, che “l’innovazione obbliga” ci dobbiamo chiedere come, in concreto, questa innovazione si incontra con l’Impresa 4.0 e si trasforma in economia sostenibile. Perché tutto ci serve, tranne il bluff di un sistema che si dichiara aderente ad un paradigma e continua poi a pascere serenamente nell’altro.

Ci uniamo al coro di Bonomi: Speriamo.

Di seguito gli articoli scaricabili:

Agricoltura campana_ 3,6 miliardi

Chi sfrutta la coda del 2020 mantiene il bonus maggiorato

Chimici, ingegneri, softwaristi_ introvabile 1 su 2 tra gli under 29

Credito per i beni strumentali anche per le imprese agricole

Da nord a sud, le imprese nella trappola dell’incertezza

Dai big data alla robotica, più risorse sulla Sabatini

Formazione 4.0 svincolata dai contratti collettivi

Il Meridione come un gruviera

Il primo accordo tra Usa e Cina mette all’angolo l’agricoltura Ue

Internazionalizzazione, bonus fiere anche per il 2020

Interventi in attesa di regole a regime

L’economia, la politica e il fare società a misura d’uomo

La via della sostenibilità economica e sociale

Resto al Sud riparte da tecnici e tax&legal

Ricerca e sviluppo, i costi dei contratti con gli atenei maggiorati del 150%

Startup, credito ai raggi X

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *